15/02/2011 - Corriere del Mezzogiorno

NAPOLI - La villa del boss defunto Michele Zaza in via Petrarca diventerà una casa sociale persone con problemi di autonomia ed integrazione sociale, in particolare ai diversamente abili. Si chiama «La Gloriette» ed è gestita dalla cooperativa l'Orsa maggiore. Il complesso immobiliare è attualmente un cantiere aperto ma grazie al finanziamento della «Fondazione per il Sud» sarà trasformato in un centro sociale, territoriale, diurno. Grazie alla collaborazione della società della provincia milanese Mgg Italia spa la cooperativa avrà a disposizione anche un minibus che sarà utilizzato nel trasporto di persone vulnerabili presso la casa sociale. La firma dell’accordo, con il patrocinio morale dell'assessorato alle politiche sociali del Comune di Napoli, è stata siglata questa mattina. «Sono molto soddisfatta per la firma di questo protocollo con la Mgg - ha commentato il Presidente dell'Orsa maggiore Marianna Giordano - Sento che l’opportunità offerta da questa società possa rappresentare un significativo sostegno alle iniziative di integrazione sociale e promozione della legalità della nostra cooperativa. La fornitura di automezzi facilita l’accesso alle opportunità educative e di socializzazione a quanti, non solo simbolicamente, vogliono partecipare alle nostre iniziative».  Leggi tutto